Come agire contro la scoliosi con la ginnastica correttiva

La scoliosi è una patologia irreversibile della colonna vertebrale, è caratterizzata da una deviazione sul piano frontale che costringe le vertebre a un’inclinazione laterale facendo sì che l’asse di gravità sia spostato verso il lato della concavità, si ha così una rotazione compensativa dal lato opposto nel tentativo di riportare la gravità al centro, inoltre questa rotazione è causa di un’ asimmetria costale e conseguente deformazione della gabbia toracica, e il principale disturbo è il mal di schiena. La scoliosi è caratterizzata dalla presenza di una curva principale e da una o più curve di compenso; quando molto frequentemente, la scoliosi è associata a una deviazione sul piano sagittale, cifosi si parla di cifoscoliosi.

Ci sono diversi tipi di scoliosi in particolare si parla di scoliosi congenita quando essa è associata a un’anomalia dello scheletro a livello della colonna vertebrale o delle coste, scoliosi acquisita ha come cause lesioni di tipo traumatico o infiammatorio oppure può essere indotta da lesioni di tipo neuromuscolare, scoliosi idiopatica le cui cause non sono note, si ipotizzano alterazioni di tipo genetico, neuromuscolare, biochimico, metabolico, di sviluppo, dell’organo dell’equilibrio, dell’accrescimento. 

Quando si è affetti da scoliosi bisognerebbe astenersi dal praticare le attività sportive che esaltano la flessibilità come ginnastica artistica, ritmica, danza classica, nuoto; per anni, migliaia di bambini sono stati iscritti ai corsi di nuoto, lo sport che sembrava l’unico vero rimedio per la scoliosi, ma non è così, il mito del nuoto quale toccasana contro la scoliosi è ormai sfatato da tempo, anzi, una pratica intensa del nuoto, rende la colonna vertebrale più mobile e di conseguenza più deformabile, inoltre, nelle scoliosi che presentino deformazioni toraciche importanti, il nuoto potrebbe risultare dannoso a causa delle respirazioni forzate e dalla pressione che l’acqua esercita sul cilindro toracico.

Nei casi di scoliosi è altamente consigliabile praticare ginnastica correttiva, ci sono diversi esercizi e posture, si possono far sollevare dei pesi sulla testa del bambino/adolescente oppure dando dei riferimenti si cerca di allungare e raddrizzare la colonna vertebrale, e questo lavoro fa migliorare anche la postura da seduto durante le attività della vita quotidiana.

Ci sono due grandi categorie di esercizi: quelli simmetrici eseguiti con entrambi i lati della schiena o collo e quelli asimmetrici, eseguiti solo con una spalla o un anca in modo da coinvolgere soprattutto la muscolatura di un solo lato del tronco, i pazienti più gravi dovranno eseguire in particolare gli esercizi asimmetrici, mentre gli atteggiamenti scoliotici o quelli con un inclinazione della colonna meno pronunciata lavoreranno quasi solo simmetricamente.

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo, e/o iscriviti alla nostra pagina facebook “Sanawell Prodotti e Rimedi Naturali” e seguici anche sul nostro” profilo Sanawell su Twitter ”per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Condividi
Mega World News Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz StumbleUpon Weekend Joy

Tags: , , , ,
Subscribe to Comments RSS Feed in this post

4 Responses

  1. Greetings! This is my first visit to your blog! We are a group
    of volunteers and starting a new initiative in a
    community in the same niche. Your blog provided us valuable information to work on.
    You have done a wonderful job!

  2. Generally I do not learn article on blogs, however I would like
    to say that this write-up very pressured me to try
    and do so! Your writing style has been surprised me.

    Thank you, very nice article.

Pingbacks/Trackbacks

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

*

This site is protected by WP-CopyRightPro